051 6360565 - 051 391884 info@centro-dermatologico.it

La scabbia è una parassitosi provocata da un acaro (Sarcoptes Scabiei), piccolo insetto visibile solo al microscopio. Le femmine scavano gallerie sotto la pelle dove depositano le uova che si schiudono in circa 15 giorni. Il contagio della scabbia avviene tramite un contatto prolungato con le persone affette (quindi anche con un rapporto sessuale) o attraverso l’uso di materassi o indumenti parassitari.

SINTOMI

Dopo 2-3 settimane dal contagio della scabbia compare prurito che si manifesta soprattutto di notte. Sulla pelle possono essere visibili lesioni come vescicole, noduli ed escoriazioni dovute al trattamento localizzate per lo più alle mani, polsi, ascelle, genitali, ombelico. Nell’adulto non viene mai colpito il viso e il cuoio capelluto.

ESAMI

Il sospetto clinico viene confermato da un esame al microscopio.

TERAPIA

Si usano creme che vanno applicate su tutto il corpo dopo un bagno caldo con l’aiuto di un guanto di crine per alcuni giorni. Abiti e biancheria vanno lavati ad alte temperature. Devono eseguire la terapia anche i partners e i conviventi anche se privi si sintomi. È possibile che dopo la terapia persista prurito per un po’ di tempo, questo è dovuto a una sorta di reazione “allergica” provocata dagli acari e dalle creme utilizzate.