051 6360565 - 051 391884 info@centro-dermatologico.it

La gonorrea, detta anche blenorragia o scolo, è una malattia molto comune e facile da curare. È provocata da un batterio (gonococco) che può colpire la mucosa dell’uretra (uretrite), dell’ano (proctite), della gola (faringite) e, nella donna, del collo dell’utero (cervicite). La trasmissione si ha tramite rapporti sessuali e l’incubazione è di solito breve (2-7 giorni).

SINTOMI

UOMO: si hanno perdite simili a pus, di solito abbondanti (sporcano gli indumenti), che fuoriescono dal canale uretrale. Si può avere bruciore e prurito e la tendenza a urinare più spesso. Se l’infezione della gonorrea non viene curata e diventa cronica si possono avere complicanze come l’infiammazione e dolore ai testicoli, dolori addominali e, raramente, sterilità, infiammazione della prostata con febbre e dolore a urinare.

DONNA: di solito non sono presenti sintomi (l’infezione può comunque essere trasmessa), altre volte si ha dolore a urinare e perdite vaginali. Se non viene curata l’infezione può passare dal collo dell’utero alle tube provocandone l’infiammazione con febbre e dolore addominale. Le complicanze più gravi consistono nella sterilità e gravidanze extrauterine. Se la donna è gravida il bambino si può infettare durante il parto e presentare disturbi agli occhi.

ESAMI

Il sospetto clinico viene confermato con un esame al microscopio (non sempre utile nella donna) e con tamponi.

TERAPIA

Vengono utilizzati antibiotici in compresse o iniezioni. In genere è sufficiente una sola compressa o una sola iniezione. È necessario curare dalla gonorrea anche il/la partner. È bene non avere rapporti sessuali durante la terapia o comunque per almeno 7-10 giorni.

NOTE

L’infezione della gonorrea, a seconda delle modalità del rapporto, può colpire anche la gola o l’ano dando luogo a sintomi spesso sottovalutati perché lievi. A volte si può verificare un contagio contemporaneo per gonorrea e clamidia (chlamydia).