051 6360565 - 051 391884 info@centro-dermatologico.it

Depilazione definitiva mediante IPL (luce pulsata ad alta intensità) e/o laser

L’informazione al paziente.

Il principio su cui si basa l’epilazione laser è quello della selettività termocinetica (foto termolisi selettiva) secondo cui, utilizzando peculiari lunghezze d’onda, si può ottenere un determinato effetto biologico con minimo danno sui tessuti circostanti. La luce laser, opportunamente regolata, raggiunge il follicolo pilifero fino alla regione del bulbo, dove viene assorbita e trasformata in calore con conseguente necrosi termica e caduta del pelo. Il trattamento è efficace quando il follicolo è in fase di crescita (anagen) ed essendo tale fase non contemporanea anche per follicoli presenti nel medesimo sito anatomico, sono necessari trattamenti multipli, intervallati di 4-12 settimane.
I sistemi laser attualmente disponibili sono i seguenti:

  • laser a rubino: (ruby laser) che utilizza una sorgente allo stato solido e ha una lunghezza d’onda di 694 nm
  • laser a neodimio (Nd:Yag) che è costituito da un cristallo di granato di alluminio e ittrio drogato con neodimio ;la sua lunghezza d’onda è di 1064 nm
  • laser ad alessandrite che utilizza una lunghezza d’onda di 755 nm
  • laser a diodo, che permette un’emissione di 810 nm di lunghezza d’onda

La laserterapia presenta vantaggi notevoli rispetto alla rimozione dei peli con le tecniche tradizionali in quanto:

  • la rasatura, eseguita con un rasoio elettrico o di sicurezza, assicura una rimozione dei peli
  • economica e indolore, comporta però l’irritazione della cute e la ricrescita di peli più ispidi
  • la ceretta depilatoria, a freddo o a caldo, consente di rimuovere i peli dalla superficie cutanea
  • con una ricrescita variabile dalle 2 alle 6 settimane, però tale procedura può dar luogo a irritazione cutanea e follicoliti
  • la rimozione manuale dei peli tramite pinzette può dar luogo a peli incarniti, follicoliti e cicatrici e inoltre non può essere eseguita su superfici estese
  • le sostanze depilatorie chimiche, che idrolizzano il legame di solfuro dissolvendo il pelo, sono composti spesso maleodoranti e di frequente danno luogo a dermatiti irritative o da contatto

La rimozione laser-assistita dei peli permette una depilazione molto duratura su ampie zone del corpo, con minima dolorabilità, e senza lasciare esiti cicatriziali.
I maggiori benefici si hanno in soggetti con cute chiara e peli scuri in quanto la melanina presente a livello epidermico può interferire con meccanismo competitivo nell’assorbimento della luce laser del follicolo.
Il mese precedente e nei due mesi successivi al trattamento è sconsigliata l’esposizione solare o lettini abbronzanti. Il numero dei trattamenti può essere variabile dalle 3 alle 10 sedute in relazione al tipo di cute (fototipo chiaro o scuro), al colore del pelo, alla zona di trattamento, alle problematiche ormonali di base.

In alcuni casi, in soggetti affetti da ipertricosi e irsutismo, è necessario valutare preventivamente lo stato endocrinologico e abbinare una terapia con antiandrogeni, che ottimizza e rende più duraturi i risultati ottenuti con la laserterapia.
Il trattamento si effettua solo su peli visibili, che devono avere una lunghezza di pochi millimetri rispetto alla superficie cutanea.
È possibile effettuare un’epilazione con lametta o con rasoio tra una seduta e l’altra di laserterapia nell’eventualità in cui gli intervalli tra le sedute fossero molto allungati.
Prima del trattamento l’area da trattare viene ripulita con una soluzione detergente, per togliere le impurità della pelle, e durante il trattamento talora viene applicato un gel per ridurre la dolorabilità locale, in quanto è possibile avvertire una modesta sensazione di bruciore e pizzicore. Durante la seduta è indispensabile indossare adeguati occhiali protettivi, in quanto il raggio laser può causare danni permanenti alla retina.
La quantità di tempo necessaria, per ogni seduta, dipende dalle dimensioni della superficie che deve essere trattata.
Nei giorni successivi si consiglia di applicare una pomata lenitiva e antinfiammatoria ed eventualmente di applicare schermanti solari se il trattamento è effettuato su una zona fotoesposta.

Indicazioni

  • Epilazione

Controindicazioni e/o complicanze

  • Soprattutto nei soggetti a fototipo scuro e con peli di grosso diametro si riscontra eritema, edema, papule, vescicole, erosioni, follicoliti e talora ipo/iperpigmentazioni temporanee
  • Con alcuni sistemi laser si è notato un incremento dell’attività di secrezione delle ghiandole sudoripare nelle zone trattate nei 4-12 mesi successivi al trattamento
  • Non vi sono controindicazioni assolute a sottoporsi alla laserterapia durante lo stato di gravidanza, ma non essendo stati eseguiti studi scientifici in merito, se ne sconsiglia il trattamento

I flash di luce emessi dalla luce pulsata o dal laser sono assorbiti selettivamente dai follicoli del pelo che risiedono sotto la pelle. La luce assorbita riscalda il pelo e ne danneggia o distrugge la potenziale ricrescita senza danneggiare i tessuti circostanti.
Il trattamento ha inizio tagliando i peli superficiali ad una lunghezza di uno-due millimetri, vengono indossati occhiali protettivi poi si stende sulla pelle un gel freddo simile a quello per ecografia. Il manipolo dello strumento viene poi appoggiato sulla pelle e gli impulsi di luce colpiscono i peli superflui. Alla rimozione del gel la maggior parte dei peli viene eliminata. I peli rimasti nell’area trattata cadranno entro le 2 settimane successive.
Ogni impulso di luce assomiglia a una piccola puntura o ad un pizzico, simile ad uno schiocco di un elastico.

Non è necessaria anestesia locale e il trattamento è ben tollerato dalla maggioranza dei pazienti.
La possibilità di epilazione con IPL o laser permette trattamenti completamente personalizzati adatti a ogni tipo di colore dei peli, alla tipologia e alla parte del corpo da trattare. Tutti i peli con la presenza di alcuni pigmenti neri, castani, rossi o biondi possono essere trattati con successo. Grazie alla luce pulsata si possono trattare tutti i fototipi inclusi gli individui di pelle scura come i neri, ispanici e asiatici.
Gli effetti collaterali sono rari: si possono verificare lievi arrossamenti o locali rigonfiamenti della parte trattata ma sono effetti normali e scompaiono in poche ore. In rare occasione possono comaprire piccole vesciche o lividi, che normalmente scompaiono in breve periodo. Inoltre la pelle può schiarirsi o scurirsi dopo il trattamento ma generalmente torna normale nel giro di poche settimane. Limitare l’esposizione al sole prima e dopo il trattamento riduce il rischio di effetti collaterali.
La tecnologia epilatoria è stata studiata per ottenere una riduzione permanente della ricrescita dei peli che segue dopo ogni trattamento nella maggioranza dei fototipi. Il numero di trattamenti richiesti dipende da molti fattori correlati al tipo del pelo e al fototipo.
Verrà studiato per voi un programma personalizzato di trattamento assieme ad una previsione del numero di trattamenti necessari per soddisfare le vostre aspettative.