051 6360565 - 051 391884 info@centro-dermatologico.it
L’ecografia è una metodica diagnostica NON INVASIVA che utilizzando ultrasuoni consente di studiare organi, ghiandole, vasi sanguigni, strutture cutanee e sottocutanee ed anche strutture muscolari e tendinee in numerosi distretti corporei.
Le ecografie sono utilizzate per lo studio:
  • del COLLO (tiroide, linfonodi)
  • dell’ADDOME (fegato, reni, milza, pancreas)
  • della PELVI (vescica, utero, ovaie, prostata)
  • VENE ed ARTERIE (carotidi, aorta, eccetera)
  • dell’APPARATO MUSCOLO-TENDINEO (muscoli, tendini, legamenti).

Con l’ecografia è possibile individuare lesioni di natura benigna, presenza di tessuti infiammati ed è importante nella diagnosi precoce di lesioni come i tumori maligni.

E’ una tecnica diagnostica semplice e sicura, che si esegue appoggiando una piccola sonda sulle superfici in esame dopo avervi deposto una piccola quantità di gel conduttore per facilitare lo scorrimento dello strumento sulla cute e migliorare la trasmissione delle onde ultrasonore.

L’esame non è doloroso, dura generalmente 15-20 minuti, a seconda del distretto da esaminare, e non richiede la somministrazione di alcun farmaco o di un mezzo di contrasto.

Per il cancro della mammella, l’ecografia presenta un’accuratezza diagnostica elevata, soprattutto nel caso in cui alla palpazione si identificano alterazioni nodulari o alla mammografia si visualizzano aree sospette, o di difficile interpretazione; l’esame ecografico aiuta spesso a risolvere il dubbio diagnostico.

 

L’ecografia addome

L’ecografia addome è una metodica diagnostica non invasiva che consente di visualizzare e studiare tutti gli organi dell’addome e i principali vasi sanguigni che si trovano nella cavità addominale. In particolare, permette al medico di studiare fegato, colecisti, vie biliari, reni, pancreas, milza, aorta, vescica e organi genitali interni.L’esame viene richiesto al fine di valutare la maggior parte delle patologie che interessano l’addome e per avere un quadro sullo “ stato di salute “ dei suoi organi.L’ecografia addominale non viene invece routinariamente utilizzata per le patologie legate al tratto gastro-intestinale , pur potendo fornire informazioni in casi selezionati. Generalmente il paziente è a digiuno da 6 ore e nel caso di studio vescica-prostatica è invitato a bere 1 litro di acqua da un’ora prima dell’esame.

L’ecografia del collo

L’ecografia del collo è un esame diagnostico assolutamente non invasivo che consente di valutare la morfologia di tutte le strutture superficiali del collo, ovvero linfonodi, tiroide, ghiandole salivari maggiori, muscoli e tessuti superficiali. L’esame, quando viene eseguito sul collo, non necessita di particolari preparazioni.

L’ecografia testicolare

L’ecografia testicolare (scrotale) serve a individuare patologie legate all’apparato genitale maschile tra cui: il varicocele, l’orchite, l’idrocele, la torsione del testicolo, lo speratocele, nonché diagnosticare la presenza di un tumore testicolare.

L’ ecografia dei tessuti molli

L’ ecografia dei tessuti molli consente di valutare le caratteristiche morfologiche e strutturali dei tessuti molli; ovvero di epidermide, derma ed ipoderma.

Tra le patologie per la diagnosi della quali viene più comunemente impiegata l’ Ecografia dei Tessuti Molli ricordiamo:

  • Lipoma e fibrolipoma
  • Linfoadenopatie
  • Cisti sebacee
  • Corpi estranei ecc…

L’ecografia dei tessuti molli non richiede preparazioni particolari.